di Lorenzo Borzuola

Frankenstein_Junior_05_-_Ispettore_Kemp_braccio_infilzato_da_freccette

Per i personaggi nell’ombra, Kenneth Mars è uno di quegli artisti che è riuscito a prendere parte a un così gran numero di opere televisive e cinematografiche grazie alle sue capacità di attore versatile e con una grande verve comica. Allo stesso tempo, però, non è riuscito ad avere il riconoscimento che meritava e ad andare oltre alla morte, come invece è successo per altri colleghi che avevano le sue stesse qualità recitative che hanno superato il vuoto dopo tre o quattro parti di grande successo. Mars è il classico attore diventato famoso per alcune tipologia di film scelti appositamente e per quasi tutta la sua carriera si dedicherà nell’interpretazione di personaggi goffi, strampalati, demenziali al punto tale da diventare un icona specializzata. Per quelli che non lo considerino un attore degno di altri ruoli, la comicità trasmessa con semplicità e maestria sono il frutto di studi e particolarità innate che ne fanno un degno apostolo nel circolo artisti di cinema e televisione.

MARS-obit-jumbo
Gene Wilder, Kenneth Mars e Zero Mostel nel film “The Producers”

Per chi non lo ricordasse, il personaggio del mutilato capo della polizia  Hans Wilhelm Friedrich Kemp, nel capolavoro di Mel Brooks “Frankenstein Junior”, del 1974. Ruolo che segue l’altro successo di Brooks e Gene Wilder “The Producers”, tradotto in italiano con il titolo “Per favore non toccate le vecchiette”. In entrambi i film Mars è sempre un personaggio secondario ma il suo fronteggiare i protagonisti e infilarsi nella trama lo rendono una spalla di tutta eccezione. Eppure non è stato solo Brooks a offrirgli parti di rilievo, e la sua bravura e primi ruoli per la televisione scoccarono non appena terminò gli studi alla Northwestern University. Il suo debutto è datato 1966, quando prese parte allo show televisivo Car 54, Where Are You?. Successivamente fu chiamato in altre serie come Columbo, Star Trek: Deep Space Nine e Love, American Style. Nel 1968 arriva la grande offerta con il ruolo del nazista commediografo Franz Liebkind, a fianco di Zero Mostel e Gene Wilder nel film “The Producers”. Nel 72 “Ma papà ti manda sola?” di Peter Bogdanovich, “Perché un assassino” di Alan j. Pakula, e il successo di “Frankenstein Junior”.

La parte dell’individuo ambiguo e scapestrato gli calza a pennello ma non è la sola cosa che Mars sa fare, e infatti successivamente lo ritroviamo in pellicole diverse tra loro come “Bersaglio di notte”, “Fletch”, “Radio Days” e “Ombre e nebbia” entrambi diretti da Woody Allen. Altri lavori lo attendono nuovamente nei set televisivi fino a quando non riappare nel 2002 nella serie “Malcolm in the Middle”. Interpreta il gentile e strambo datore di lavoro tedesco di Francis, Otto Mannkusser che ha lasciato la sua Germania con la moglie Gretchen per aprire un Ranch negli Stati Uniti. Alcuni anni più tardi parteciperà alla sitcom della Disney “Hannah Montana”, e “Will & Grace”.

Malcolm-in-the-Middle-5x10-Hot-Tub-MITMVC-3

Si ritroverà a doppiare il vecchio collo lungo, nonno di Piedino, nel cartone animato “La valle incantata” e sarà la voce anche del Re Tritone nel film “La Sirenetta”.

Si spegne il 12 febbraio 2011 all’età di 75 anni a causa di un tumore al pancreas.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...