Batman – Oscurità e Luce

di Ettore Arcangeli

Dal 16 settembre a Città di Castello, città dell’Umbria più settentrionale, nella splendida location di Palazzo Bufalini, si tiene una mostra dedicata al supereroe più tenebroso dell’universo DC. Batman: Oscurità e Luce sarà fruibile fino al 22 ottobre, cogliendo anche la coincidenza del Tiferno Comics Fest & Games, la XV Mostra Mercato del Fumetto d’Autore e novità editoriale.

La direzione artistica della mostra dedicata all’uomo pipistrello è affidata al grande Vincenzo Mollica, che ha definito “l’eroe che Gotham merita, ma non quello di cui ha bisogno” come un personaggio caravaggesco e junghiano. Batman, alias di Bruce wayne, è stato creato da Bob Kane nel 1939. Personaggio dei fumetti, della tivù e del cinema, è entrato nell’immaginario di ben più di una generazione. Dai primi fumetti in cui appare come un personaggio umano, difensore del bene e della giustizia, in cui chiunque potesse identificarsi, un patriota, contro il pericolo rosso di quegli anni Bruce Wayne/Batman si è evoluto molto. Tutta la sua storia editoriale, cinematografica e televisiva è dettagliatamente spiegata tra le mura di Palazzo Bufalini.

batman castello headline.jpg

Tra tavole di grandi illustratori, murales, e statue, si possono anche vedere tutte le trasposizioni televisive e cinematografiche in una sala dedicata. Salta subito agli occhi la differenza tra il Batman interpretato dallo scomparso Adam West e quello interpretato da Michael Keaton per Tim Burton. Da una rappresentazione fumettistica e quasi comica Batman si evolve diventando un personaggio sempre più cupo, come i suoi nemici e lo spazio che lo circonda. È un’evoluzione che ha avuto il suo culmine nella trilogia di Christopher Nolan, dove il colore più allegro è il giallo stinto degli scuolabus impiegati per l’evacuazione di Gotham City.

La poesia tenebrosa del Cavaliere Oscura ha affascinato giovani e meno giovani per più di settant’anni. Nulla fa pensare che questo personaggio così complesso e interessante possa perdere quello smalto che lo ha reso un’icona della lotta al crimine.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.