Al cinema nelle Feste

di Ettore Arcangeli

Le feste natalizie sono un periodo speciale. Bisogna ammetterlo. L’atmosfera si fa in generale più lieta e spensierata. Le città si illuminano a festa risvegliando il piacere di vivere le strade e le piazze nonostante il freddo. Le famiglie e gli amici si riuniscono in grandi e sontuosi banchetti.

Le feste sono un periodo speciale anche per il cinema. In Italia infatti, le grandi produzioni nostrane, escono a ridosso del Natale. A Santo Stefano i cinema traboccano di spettatori come non mai, e qualcuno si delizia con un film al cinema pure il primo dell’anno. Questo Natale 2017 non sembra però destino a essere ricordato come un Natale di grande cinema. Dopo l’uscita di Star Wars: Gli Ultimi Jedi, nemmeno due settimane fa, di film interessanti sembrano esserci ben pochi nelle sale.

dickens l'uomo che inventò il natale

Dickens: L’uomo che inventò il Natale  indaga il processo creativo dietro A Christmas Carol. L’originale rivisitazione di una storia che è stata ormai riproposta in tutte le salse -anche ovviamente dalla Disney, non può mancare nell’agenda di un cinefilo.

coco miguel y los muertos

Della Disney è l’altro film che potrebbe meritarsi una visione: Coco, in uscita il 28 dicembre che può già di diritto entrare nei grandi classici Disney. Infatti l’idea di un bambino che visiti il mondo dei morti è molto coraggiosa e interessante. Poi adoro le canzoni dei Classici Disney (si veda qui e qui) ed il fatto che Miguel, il protagonista, voglia diventare un musicista non fa che accrescere in me le aspettative.

whonder wheel.jpg

Non posso non nominare poi, anche solo per rispetto reverenziale, La ruota delle meraviglie di Woody Allen, ambientato nella Coney Island degli anni 50.

Ma come anticipo non c’è molto altro da vedere. Se il trailer di Supervacanze di Natale mi ha fatto sorridere per l’idea di un’antologia del cinepanettone, quello di Natale da Chef di Neri Parenti con Massimo Boldi mi ha fatto ribrezzo. Non parlo da radical chic o chissà cosa. È imbarazzante. Vedere per credere.

Sembra un misto tra Natale con la casta Uomo colpito da una pallonata. Ve li ricordate? No? Vi rinfresco la memoria!

Poveri ma ricchissimi sembra presentarsi con un tono leggermente satirico. Almeno non si sono limitati a scorreggiare davanti alla telecamera.

poveri ma ricchissimi.jpeg

Concludo con un film in forse: Wonder, di Stephen Chbosky, con Julia RobertsOwen Wilson e il giovanissimo Jacob Tremblay, già protagonista di Room. È la storia di August “Auggie” Pullman,  un bambino affetto dalla Sindrome di Treacher Collins, che affronta il suo primo giorno di scuola dopo anni passati in casa per via di operazioni chirurgiche al volto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.