Breaking Bad – 5 reasons why rewatch

di Ettore Arcangeli

Breaking Bad è una delle serie televisive più viste e apprezzate di sempre. Almeno fino a quando non sono arrivate le avventure immaginifiche di Games of Thrones.

Mi sembra quindi il caso di riportare in auge la serie ideata da Vince Gilligan, con protagonista Bryan Cranston e Aaron Paul. Di creature da fantabosco ne ho piene le scatole.

Credo che sia inutile ricordarvi la trama, e persino nocivo per coloro i quali ancora fossero digiuni della serie. Tutti però sanno più o meno che Walter White (Bryan Cranston) è un professore di chimica al liceo a cui viene diagnosticato un cancro ai polmoni. Per pagarsi le cure e non lasciare la famiglia in mezzo ai debiti entra in affari poco (o molto, dipende dai punti di vista) cristallini con Jesse Pinckman (Aaron Paul).

Ma cosa c’è di tanto bello in questa serie da meritare una doppia/tripla/…ennesima visione?

  • Walter White: il personaggio di Bryan Cranston è qualcosa di straordinario. Ottima l’interpretazione dell’ex-Hal di Malcom in the middle alle prese con una parte drammatica, che gli è valsa quattro Emmy Award e un Golden Globe. In più l’intero sviluppo psicologico del docente di chimica di Albuquerque suscita un’attrazione irrefrenabile che spinge al binge watching: cosa farà dopo? Perché si comporta così? Come riesce a spiegare questo alla sua famiglia? Tutte domande che mi sono rifatto la seconda, come la prima volta.

walther-white-fuck-you-breaking-bad

  • La storia d’amore tra Jesse e Jane: breve ma intensa, bellissima e drammaticamente terribile allo stesso tempo, a rivederla quasi piangevo (sì, sono una persona sensibile). Quanti di voi si erano presi a cuore le vicende dei due giovani innamorati? Un rewatch è d’obbligo per elaborare tutto quello che è successo.

Lewis Jacobs/ Still Photographer, 2008

  • Los Pollos Hermanos: la catena di ristorazione specializzata in pollo fritto proprietà di Gus Fring è già cult. A maggio 2017, Netflix, per lanciare la terza stagione di Better Call Saul, ha aperto per un weekend a Roma e a Milan due ristoranti della catena. Un successo.

los-pollos-hermanos-roma

  • Saul Goodman: nel punto precedente ho nominato lo spin-off a lui delicato, ma bisogna riconoscere che l’avvocato ha stoffa ed è uno dei personaggi più interessanti della serie.

saul-goodman

  • Negro y Azul Los Cuates de Sinaloa

Buon rewatch!

Un pensiero su “Breaking Bad – 5 reasons why rewatch

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...