Christopher Lloyd – Semplice caratterista o grande attore?

di Lorenzo Borzuola

Ci occupiamo spesso e volentieri di quei volti del cinema un po’ più nascosti, anche se quando parliamo di Christopher Lloyd, parliamo di uno dei più grandi attori di sempre. Molte volte semplice caratterista o personaggio di contorno, altre volte, invece, un protagonista vero, umile ma prorompente. La sua, è una di quelle facce che riconosceresti fra mille perché è ormai una vera e propria icona.

lloydjpg-fe23d2_1280w.jpg

Per gli insaziabili fan di Ritorno al futuro, devo ammettere che mi dispiace. Vorrei tanto dire loro che il personaggio di Emmet Brown, detto Doc, è mio il preferito; ma direi una bugia. Entrato nella cultura grazie a quel ruolo, di Lloyd vorrei citarne un altro. Forse perché fu la prima volta che lo vidi. Quello del ladro in Dennis la minaccia. Un film per famiglie, anche fanciullesco, che sta in piedi grazie a Walter Matthau e lo stesso Lloyd; che ci regala un’interpretazione unica. Oppure, in Qualcuno volò sul nido del cuculo, dove Lloyd veste i panni di Taber, affiancando il protagonista, Jack Nicholson.

1938 christopher-lloyd-cuckoo.jpg

Nato il 22 ottobre 1938 a Stamford, Connecticut, Christopher Lloyd deve la sua fama grazie al già citato film di Milos Forman, nel quale, la parte di uno dei pazienti dell’ospedale psichiatrico, lascia ai posteri un senso di giocoso dramma e grande ironia. Siamo nel 1975, e già subito dopo questo film, a Lloyd viene offerto un lavoro nella sitcom Taxi, a fianco di altri attori e colleghi ancora non famosissimi ma che lo sarebbero diventati presto; Danny DeVito, Andy Kaufman e Judd Hirsch.

MV5BMmRiYWNhMWItYWMyNC00Y2Y4LWFjNGMtYjNkMjAzODFmMGY4L2ltYWdlXkEyXkFqcGdeQXVyNjczOTE0MzM@._V1_.jpg

Il cast completo di “Taxi”. (da sinistra) Danny DeVito, Judd Hirsch, Tony Danza, Andy Kauffman e Christopher Lloyd

Dal 1985 al 1990 sarà impegnato nella trilogia di Ritorno al futuro a fianco di Michael J. Fox. Nel 1991 e nel ’93 sarà lo zio Fester nei due film de La Famiglia Addams; ruolo che, nella serie televisiva originale, fu dato a Jackie Coogan, il monello di Chaplin.
Un’altra parte memorabile è nell’altrettanto famoso film di Robert Zemeckis, Chi ha incastrato Roger Rabbit, nel quale veste i panni del Giudice Morton che scioglie i cartoni animati nella salamoia.

 

Dagli anni ’90 fino ad oggi è apparso in numerose serie televisive come Law & Order, Fringe, Malcolm in the Middle e The Big Bang Theory. Nel 2015 riappare con i vestiti di Doc Brown nel Jimmy Kimmel Live accompagnato dall’inseparabile Marty McFly (Fox).

Insomma, Lloyd è solo un grande caratterista o un attore in tutto e per tutto. In questo caso, le due cose dovrebbero essere abolite. Christopher Lloyd resta caro ai fan, ma anche al cinema e al teatro, intesi come grande arte e macchina dello spettacolo visivo. Perciò il suo status, è preferibile accostarlo a quello di un sapiente e ingegnoso artigiano; eclettico, drammatico e comico quando è richiesto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...