Non sono mai stato, durante il corso della mia vita, un cacciatore di film. Non passavo le giornate della mia adolescenza alla ricerca di quella pellicola che mi avrebbe svoltato la giornata. La mia è stata una banale e tranquilla adolescenza di provincia, tra giri in motorino, pomeriggi al circoletto, pallamano e, ovviamente, il liceo.

Grazie ai cineforum organizzati durante le assemblee di istituto ho potuto recuperare qualche bel film che non avrei mai visto altrimenti, come, per esempio, Paura e delirio a Las Vegas di Terry Gilliam. Nonostante questi momenti abbiano rappresentato, per me e per molti altri studenti, delle importanti occasioni per farsi una cultura cinematografica, negli anni delle superiori ho avuto anche la preziosa guida degli amici in questa selva artistica. Lo sherpa più significativo è stato senza alcun dubbio il buon vecchio Giacomo, che ha guidato me, e non solo, lungo un sentiero che andava dal surreale racconto del quotidiano dei fratelli Cohen fino alla violenza articolata di Ichi the Killer. In mezzo, tante serate a tema cinema che vanno avanti ancora oggi. Impossibile non citare, inoltre, quegli amici che, con le loro proposte, mi hanno fatto conoscere il peggio della Troma (per esempio l’indimenticabile Poultrygeist: Night of the Chicken Dead), il mai compreso Begotten e persino l’imbarazzante Rocco e le storie tese.

In seguito è venuto Lorenzo, con il quale, insieme ad un altro Lorenzo, si è dato vita a questa realtà. Grazie alla conoscenza di quest’amico, prima che socio, ho conosciuto la grande commedia italiana, l’horror di Dario Argento, i capolavori di Hitchcock e tanto altro cinema, portandomi a volerne sempre di più.

Il Cinema Nascosto

Grazie al lavoro svolto tra queste quattro mura digitali, sono arrivati i film festival -in principio il Ravenna Nightmare, poi il Malatesta Short Film Festival, il festival del cinema fantastico e fantascientifico Oltre lo specchio, e l’Umbria Film Festival– che mi hanno messo in contatto con una realtà ancora più meravigliosa, perché vitale e in costante fibrillazione. I film che arrivano a queste kermesse sono spesso e volentieri delle meraviglie, lontane però dal circuito della grande distribuzione e che, perciò, difficilmente possono essere godute dal cinefilo medio, ignaro, purtroppo, di quanto stia perdendo.

Molti capolavori, o anche, semplicemente, dei bei film, restano sconosciuti ai più che nemmeno ne possono richiedere una distribuzione nelle sale o, per lo meno, in streaming.

Fortunatamente sono tante, oltre ai festival, le iniziative per far arrivare il buon cinema a sempre più pubblico -la creazione dell’etichetta The dark side of movies ne è un esempio- e noi vogliamo fare la nostra parte.

Davanti a tutto questo non si poteva infatti restare inermi. Nella speranza -forse ingenua- di smuovere il mercato e diffondere i gioielli nascosti del cinema, da questo momento, su questo spazio digitale, faremo il possibile per dare la giusta visibilità a quei prodotti della settima arte ingiustamente nascosti all’ombra dei film di cartello.

Vi faremo conoscere il Cinema Nascosto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here