Ma con chi mi sono andata a confondere? Pensa ad un certo punto Gloria, la protagonista del film Gloria Bell, diretto da Sebastián Lelio e interpretato da una formidabile Julianne Moore.

Remake del film Gloria del 2013, diretto dallo stesso Lelio, Gloria Bell è la storia di una donna di mezza età (Julianne Moore), divorziata e con due figli che insiste a non darsi per vinta e a sentirsi ancora viva e desiderata.
Julianne Moore è la protagonista di Gloria Bell

Remake del film Gloria del 2013, diretto dallo stesso Lelio, l’opera del 2018 si avvale di un pacato, un po’ sottotono, ma sempre straordinario cast di attori americani. Oltre a Moore, anche John Turturro, Michael Cera, Brad Garrett e Holland Taylor.

La trama di Gloria Bell

Gloria era ambientato in Spagna, Gloria Bell nella calda e trafficata Los Angeles. La protagonista, donna di mezza età divorziata da dodici anni, non si dà ancora per vinta. Nonostante i leggeri acciacchi e i dispiaceri della vita, è una donna energica, con due figli, un nipote e con la voglia di andare avanti e ricominciare. Nelle sue serate dedicate al ballo e a bere qualche drink in compagnia, conosce Arnold, un coetaneo da poco divorziato verso il quale sente immediatamente un grande trasporto.

I due si innamorano e sentono subito di avere bisogno l’uno dell’altro. Nel tripudio del sentimento che scandisce le prime settimane, Arnold si mostra come un uomo sincero e amorevole. Tuttavia, il duro rapporto con le figlie e con l’ex moglie lo perseguita costantemente. Gloria capisce che c’è qualcosa che non va, che Arnold è ancora troppo succube della sua famiglia.

Nei momenti di panico e difronte ai problemi, Arnold scappa da lei rifugiandosi dalle figlie e dalla sua ex. Quella che potrebbe essere connotata come una storia d’amore che riaccende la passione in un momento di stallo, è in verità la dura realtà che affligge Gloria e qualsiasi persona che le sta attorno.

Remake del film Gloria del 2013, diretto dallo stesso Lelio, Gloria Bell è la storia di una donna di mezza età (Julianne Moore), divorziata e con due figli che insiste a non darsi per vinta e a sentirsi ancora viva e desiderata.
Arnold (John Turturro) e Gloria (Julianne Moore) durante il loro primo incontro

Oltre ai desideri insoddisfatti, c’è anche l’allontanamento dei figli che, seppur amorevoli, seguono la loro strada e i loro sogni. C’è il lavoro stressante, le visite dal dottore che si fanno più frequenti e un grande senso di solitudine quando torna a casa. Eppure, c’è ancora un grande desiderio di restare in vita. Gloria lo sente: comunque non gli manca nulla. L’importante è continuare a ballare e a rimanere viva. Si potrebbe morire anche domani: per questo è bene godercelo ciò che abbiamo.

Scritto assieme a Gonzalo Maza, Lelio segue la scia di quei film che hanno fatto della famosa crisi di mezza età un buon modo per scriverne una storia. Gloria Bell sfida l’età e sfida anche tutti quelli che vorrebbero invece una vita più noiosa. Lei è matura sissignore. Divorziata, certamente. Ma è anche una formidabile ballerina. Nel corpo di Julianne Moore questa donna qualunque, ma pur sempre viva, è ancora più convincente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here