Tu, io e Dupree è una classica commedia romantica del 2006. Diretto dai fratelli Russo, il film racconta di come la vita coniugale dei due novelli sposi Carl Peterson e Molly Thompson, interpretati da Matt Dillon e Kate Hudson, venga stravolta dall’arrivo sul loro divano del miglior amico di lui, Dupree, interpretato da Owen Wilson.

Dupree è un tipo irresponsabile e disoccupato ma molto affabile e attento ai sentimenti degli altri. Dopo aver perso il lavoro a causa delle ferie prese per andare al matrimonio di Carl e Molly, di cui era testimone, viene ospitato dalla giovane coppia in attesa che possa riprendersi.

Questa strana convivenza parta subito con il piede sbagliato, in quanto lo stile di vita di Dupree non permette ai novelli sposi di vivere la vita matrimoniale che sognavano. Diventa ben presto una presenza invadente, prima per Molly e per Carl, suscitando comunque in entrambi un costante senso di protezione e cura. Dupree infatti, nonostante diventi sempre più un ospite scomodo, riesce a non farsi cacciare in quanto in fondo gli vogliono tutti bene.

Come in tutte le commedie che si rispettano però, anche in Tu, io e Dupree c’è un grosso momento di rottura in cui tutto sembra andare a rotoli. Proprio un attimo prima che tutto si sistemi per tutti nel migliore dei modi.

I fratelli Anthony e Joe Russo costruiscono una classica commedia, frizzante e divertente che non risparmia forti momenti d’imbarazzo ai suoi protagonisti, edulcorati però nella versione doppiata in italiano.

Owen Wilson è perfetto per il ruolo di Dupree. Il suo viso da bravo ragazzo e la sua espressione innocente lo rendono l’attore perfetto per commedie di questo tipo. Risulta sempre difficile capire se sia veramente animato da purezza d’animo e buoni sentimenti o stia solo fingendo e questo aggiunge una grande carica comica ad ogni scena che possa anche essere un filo ambigua.

La commedia degli equivoci rientra dalla finestra e si mescola alla crescente gelosia di un Matt Dillon strapazzato sul posto di lavoro da un glaciale Michael Douglas nei panni di Bob Thompson, padre di Molly e capo di Carl.

Abbandonare l’orgoglio lottando per i propri sentimenti è la chiave di volta classica che ci conduce al più scontato dei lieto fine: Carl e Molly si amano come e anche più di prima mentre Dupree trova la sua strada nel mondo del lavoro con grande successo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here