Koda fratello orso (in lingua originale Brother Bear) è il 44° classico Disney, pellicola il cui tema centrale è la morte e la rinascita. Significativo, quindi, che il lungometraggio animato abbia il triste riconoscimento di essere l’ultimo ad essere realizzato negli storici studios in Florida poco prima che questi venissero smantellati dai vertici dell’azienda, orientati verso tecniche d’animazione più innovative, che avrebbero portato in seguito al cosiddetto revival dei Walt Disney Studios.

Koda fratello orso – Il Paradosso come insegnamento

Ambientato nella preistoria, il film narra le vicende di Kenai (doppiato da Joaquin Phoenix nella versione originale) e dei suoi fratelli, Sitka e Denahi della tribù Inuit. La vicenda ha inizio con il raggiungimento della maggiore età e la consegna del proprio totem a Kenai che però non accetta che sia il totem dell’Orso dell’Amore, animale che lui odia. Successivamente alla morte di Sitka, sacrificatosi per salvare gli altri due dallo scontro con un’orsa, Kenai decide di uccidere l’animale. In seguito ad un’aspra lotta, il protagonista riesce a vendicarsi, ma gli Spiriti decidono di tramutarlo in un orso per punirlo della sua sete di vendetta.

Ad aggravare la situazione è l’arrivo di Denahi poco dopo la trasformazione del fratello che, convinto che Kenai sia morto a causa dell’orso, decide di dargli la caccia. Il protagonista passa quindi dal ruolo del cacciatore a quello della preda, provando sulla propria pelle il dolore che egli stesso aveva arrecato. Informato dalla sciamana del villaggio che l’unico modo per ritornare umano è recarsi alla Montagna Sacra, Kenai intraprende il viaggio accompagnato da Koda, un cucciolo d’orso che incontra lungo il cammino. Durante il viaggio verso la meta i due si scopriranno più simili di quanto si aspettassero, facendo capire a Kenai cosa vuol dire realmente essere un uomo: prendersi cura delle persone (o animali) a cui tieni.

Koda fratello orso
Kenai e Koda in una scena del film Koda fratello orso

Koda fratello orso – Il bello dell’animazione classica

Come già scritto sopra, Brother Bear è uno degli ultimi lavori della Walt Disney interamente prodotto tramite l’animazione classica. Ciò implica non solo la produzione di numerosi fotogrammi atti a far percepire in maniera scorrevole il movimento dei personaggi, ma anche la realizzazione degli sfondi. È superfluo quindi soffermarsi su come un colosso dell’animazione come Disney riesca a rendere i movimenti fluidi, ma non si possono invece ignorare i meravigliosi fondali che fanno da scenografia ai nostri protagonisti. Che si tratti dell’aurora boreale, di picchi innevati o di imponenti cascate, non si può restare indifferenti a simili spettacoli, soprattutto se i fondali sono ispirati ai lavori di Albert Bierstadt, pittore statunitense che basava le proprie opere su fotografie e reperti indiani rinvenuti nel corso dei suoi viaggi.

Koda fratello orso
La Montagna degli Spiriti ispirata ai lavori di Albert Bierstadt

Koda fratello orso – Un degno requiem

Non sappiamo con quale spirito A. Blaise e R. Walker hanno diretto l’ultima pellicola degli Studios in Florida, ma è certo che li hanno salutati con una colonna sonora realizzata da una leggenda della musica quale Phil Collins: il noto polistrumentista aveva già lavorato con la Walt Disney Company per Tarzan, realizzando brani che sono rimasti impressi nell’infanzia (e anche oltre) di molti.

Anche in quest’occasione il risultato è una soundtrack che si sposa perfettamente con i momenti che accompagna, risultando così naturale da non poter fare a meno di associare i cantanti ai personaggi rappresentanti: è il caso di Tina Turner che interpreta Great Spirits all’inizio della storia mentre vengono mostrate le terre degli Inuit, e che termina con l’ingresso in scena della sciamana. In linea con i rituali di iniziazione della tribù è il brano Transformation, che assieme alla potenza delle immagini visive risulta essere uno dei momenti più alti della pellicola.

Koda fratello orso
Il mondo spirituale diviene uno strumento per celebrare la potenza dell’animazione nel film Koda fratello orso

Koda fratello orso dimostra, quindi, di essere la degna opera d’addio ad un luogo che è stato un punto fondamentale per la Walt Disney Company, pronta ad evolvere verso una nuova meta, esattamente come i protagonisti di questa avventura.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here