Sabato 4 settembre 2021, al Teatro delle arti di Lastra a Signa, è stato presentato al pubblico, in anteprima assoluta per le sale, l’ultimo film di Alex Lucchesi, prodotto dalla casa di produzione indipendente Falange Oplita, Derico. Dopo anni di lavoro il film è stato presentato grazie alla collaborazione del festival dedicato al cinema horror indipendente Visioni Notturne, la cui seconda edizione -prima in presenza e non online- si è svolta a Firenze dal 20 al 22 agosto.

Il film racconta la storia di Derico, interpretato dallo stesso Alex Lucchesi, autore anche della sceneggiatura. Franck Derrick, detto Derico, è un indagatore dell’occulto impegnato nella risoluzione di un mistero che attraversa la dimensione dell’incubo fino a giungere alla più terrificante realtà. Siamo negli anni Trenta, a pochi mesi dallo scoppio della Seconda Guerra Mondiale. Quella di Derico è una discesa negli inferi non convenzionale, a cavallo tra il viaggio dantesco e il mito figlio dei racconti di H. P. Lovecraft.

Lucchesi parte dalle suggestioni del misticismo nazista per allargare lo sguardo alla mutevole concezione dell’inferno e dell’incubo nel corso della storia umana. Concezioni che all’alba del più grande e terrificante conflitto che l’uomo abbia mai combattuto assumono tutto un altro significato. Non per nulla gli antagonisti del film sono i nazisti, intenti a evocare un esercito di soldati mostruosi, figli diretti delle profondità dell’inferno. La trasfigurazione dei militi tedeschi in qualcosa di non-umano potrebbe essere considerato un buon espediente filmico da parte del regista, se non fosse stata, purtroppo, la cruda realtà operata dall’ideologia nazista.

La discesa negli inferi di Derico è favorita anche da un vincente apporto di lunghe sequenze animate. Quest’ultime espandono l’universo della storia. L’animazione permette all’autore di osare maggiormente sia dal punto di vista visivo sia da quello narrativo, trascinando e coinvolgendo ancora di più lo spettatore all’interno dell’intreccio. Anche la fotografia, curata da Camilla Daldoss e Alessio Cherubini, è ben calibrata e permette una forte immedesimazione nelle atmosfere dark ed esoteriche della storia.

Il punto forte di una produzione indipendente è sempre il cast, e quello che anima Derico non è da meno. Alex Lucchesi veste i panni del protagonista principale dandogli una caratterizzazione decisa e spigliata. Nel ruolo dell’altro co-protagonista del film, l’Agente Speciale 220, inviato tra le linee del fronte nazista dal comando americano, c’è l’ottima interpretazione di Alessio Cherubini, che dà vita a un personaggio freddo e lucido, pronto a tutto per portare a termine la sua missione. Richard Joseph Burton, autore anche della locandina del film, veste i panni di un iconico Capitano d’Armata dell’esercito americano: colui al quale l’Agente Speciale 220 deve riferire la sua missione oltre le linee nemiche.

Nel cast figurano anche Ivan King, Eugenio Krilov, Camilla Daldoss, Claudio Cirri, Stefano Degasperi, Alessio Barzocchini, Alberto Marconcini, Matteo Rover, Andrea Batti, Jacopo Dellamaria e Zac Zanghellini.

Derico – La locandina del film

Leggi anche: The Iced Hunter – La vendetta trascende il bene e il male

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here