Riina: ironico o solo dispettoso?

di Lorenzo Borzuola Questa settimana è iniziata con il piede giusto. Oltre alle nazioni europee e del medio oriente, lacerate dalla lunga serie di stragi che il movimento jihadista perpetua ormai da anni, anche l’Italia attraversa una fase critica. Mentre si cerca di andare avanti, l’ultima notizia dilaga per lo stato italiano ed è subito guerra. No, tranquilli, la crisi economica non c’entra in questo … Continua a leggere Riina: ironico o solo dispettoso?

Saviano indigna. Le mafie no.

di Ettore Arcangeli Le provocazioni sono uno degli stratagemmi migliori per avviare alla riflessione. O per scatenare un onda di pubblica indignazione. Le provocazioni dividono, creano scalpore, dibattiti. Si provocano gli amici per spronarli a migliorare. O semplicemente per divertirsi con la loro rabbia. Delle provocazioni che arrivano da personaggi pubblici se ne parla per giorni, lodandone o deprecandone l’utilità. Spesso se ne ammira il … Continua a leggere Saviano indigna. Le mafie no.

In guerra per amore della legalità

di Ettore Arcangeli Può  dirsi che sono una parte integrante del pubblico di Pierfrancesco Diliberto, conosciuto ai più come Pif, dai tempi delle Iene. Ho visto alcune puntate de Il Testimone decine di volte. Mi è sempre piaciuto il modo di Pif di raccontare il mondo e il suo primo film mi era veramente piaciuto. La mafia uccide solo d’estate raccontava gli anni ruggenti della … Continua a leggere In guerra per amore della legalità

23 settembre

di Ettore Arcangeli Oggi, 23 settembre, può sembrare un giorno come tanti altri. Ed effettivamente lo sarebbe, se non fosse capitato in un giorno di particolare ispirazione. Il merito non è certamente mio ma della ricca colazione che ho potuto godermi. Qualcuno potrebbe maledirmi per non impiegare il mio tempo in altri progetti, ma la vita è imprevedibile e le occasioni vanno colte. Proprio mentre … Continua a leggere 23 settembre

“Mafia, una montagna di merda”

di Ettore Arcangeli Di quell’11 aprile di dieci anni fa non ricordo nulla. Probabilmente non seguivo nemmeno la notizia al telegiornale e magari mi lamentavo pure con  babbo per cambiare canale. Dragon Ball aveva più appeal della cronaca giudiziaria nella mia cerchia di amici. Oggi la notizia è diversa. Non si festeggia la vittoria dello Stato sulla cupola: si racconta la morte di un uomo. … Continua a leggere “Mafia, una montagna di merda”